Cosa vedere a Reggio Emilia?

Home / Blog / Tour Guidati Bologna / Cosa vedere a Reggio Emilia?

Cosa vedere a Reggio Emilia?

Vuoi organizzare un Tour Guidato tra le meraviglie dell'Emilia Romagna?


RICHIEDI INFORMAZIONI

Sita nel cuore della Pianura Padana e della regione storica dell’Emilia, la città di Reggio Emilia affascina i visitatori con il suo stile cinque-settecentesco. Il suo centro storico è a forma di esagono allungato, i cui lati segnano il passaggio delle antiche mura, ormai scomparse e sostituite con lunghi viali urbani.

Cosa vedere a Reggio Emilia in una giornata?

Le attrazioni non mancano. In primo luogo, la bellissima piazza Prampolini, chiamata anche Piazza Grande o Piazza del Duomo. Una visita alla piazza consente di ammirare i monumenti più importanti della città: la Cattedrale, il Battistero, il palazzo del Comune e la statua simboleggiante il fiume Crostolo, oltre agli incantevoli palazzi rinascimentali, come il Palazzo del Monte, il Palazzo del Podestà e la Torre del Bordello.
Il Duomo di Reggio Emilia risale all’875. Il suo impianto originario segue i dettami dello stile romanico, ma nel corso dei secoli ha subito numerose trasformazioni secondo i canoni estetici di epoche successive.
Partendo da Piazza Prampolini, seguendo il porticato del Broletto, si arriva in Piazza San Prospero: una piccola meraviglia del passato. A delineare la piazza sono la bella facciata di San Prospero, i portici che ne seguono il perimetro, e ogni martedì e giovedì mattina, il caratteristico mercato rionale.

Cosa mangiare e Reggio Emilia

La domanda sorge spontanea: durante una gita a Reggio Emilia cosa mangiare? Una tipica cena reggiana parte dai salumi, serviti in genere come antipasti e accompagnati dal delizioso gnocco fritto, un impasto di farina fritto nello strutto. Da non perdere neppure i formaggi, tra i quali spicca il re dei prodotti reggiani, il Parmigiano reggiano. A seguire, i primi tradizionali: i cappelletti, i tortelli verdi, i tortelli di zucca, le lasagne al forno e i passatelli. Tra i secondi, dominano il bollito misto, lo stracotto, lo zampone e il coniglio alla reggiana. Chi ama il vino non può esimersi dal sorseggiare un bel bicchiere di Lambrusco.
I dolci della cucina reggiana sono particolarmente buoni, come le tradizionali “chiacchiere” o “intrigoni”, il classico dolce di carnevale, che in passato veniva fritto nello strutto. La “spongata” è un dolce risalente all’antica tradizione, ed è formato da due dischi di pasta che racchiudono un composto di marmellata, frutta secca, miele e spezie. Chi ama i dolci al cucchiaio apprezzerà un altro dolce tipico di questa zona: la zuppa inglese. E per digerire la cena, non resta che buttar giù un bel bicchierino di nocino o di sassolino, liquori tipici della regione.

Perché scegliere il tour guidato

Un’idea per visitare Reggio Emilia in maniera diversa è quella di scegliere un tour guidato tra i sapori enogastronomici della regione, per assistere alla produzione di vini, formaggi e salumi reggiani. Grazie al tour guidato si osserveranno i processi di lavorazione del Parmigiano, del prosciutto, del Lambrusco e dell’aceto balsamico, si potrà prendere parte a intense esperienze di degustazione e – se si desidera portare a casa un pezzo di Emilia – acquistare i propri prodotti preferiti direttamente alla fonte.

Recent Posts

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Not readable? Change text. captcha txt

Start typing and press Enter to search

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE